Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – “Da mesi è stata completata la scultura in bronzo dedicato a Diego Armando Maradona realizzata dall’artista afragolese Domenico Sepe. Eppure l’opera che doveva essere installata ed inaugurata allo Stadio Maradona di Napoli lo scorso luglio è ancora ‘in deposito’ nel laboratorio del maestro Sepe“, afferma, in una nota, il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.

È una scultura interamente in bronzo realizzata da me e a mie spese e che ho deciso di donare a Napoli. Il comune ha accettato questa mia opera come donazione ed era tutto pronto per l’inaugurazione solo che tutto è stato congelato a causa di un battibecco tra Amministrazione cittadina e la Società Calcio Napoli. Quello che vorrei dire è che per me l’evento in sé non ha importanza, ciò che conta è che tifosi e cittadini possano godere dell’omaggio a Diego liberamente ed in forma del tutto gratuita“, dice Sepe.

Ha realizzato una scultura che ha un costo considerevole, ha realizzato a proprie spese anche la targa per il Comune che ora litiga con il Calcio Napoli e così tutto resta fermo e a farne le spese sono il maestro Sepe ed i tifosi. Non sono stati in grado nemmeno di gestire una donazione, un omaggio al popolo napoletano“, aggiunge Borrelli il quale è andato a trovare il maestro Sepe nel suo laboratorio assieme al commissario regionale del Sole che ride, Fiorella Zabatta, ad Antonio Iazzetta, Francesca Imbaldi e Salvatore Iavarone.