Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Nell’anniversario dei 40 dalla strage di Bologna gli attivisti della destra scendono in protesta nelle piazze italiane. 

A Napoli, alle 10 e 25 come l’orario dello scoppio della bomba, esponenti delle realtà di destra si sono raccolti in silenzio in via Chiaia esponendo diversi striscioni.
Nessuno di noi era a Bologna” e “Bologna: le vittime attendono la verità” questi i messaggi portati oggi in piazza dagli attivisti napoletani che al sit-in non hanno esposto nessuna bandiera di partito.

Questa iniziativa – raccontano al megafono Salvatore Ronghi e Antonio Arzillo del Comitato l’Ora della veritàricade al di fuori di ogni logica politica ma è a sostegno di tutti quegli italiani che nel voler ricordare le vittime di Bologna, vogliono anche ricordare che la giustizia non ha mai fatto vera chiarezza sulla strage. Troppi interrogativi, fatti e ricostruzioni che non hanno dato una risposta definitiva”.

Dopo 40 anni di bugie – spiegano – e stanchi della solita retorica, vogliamo che venga detta la verità. Perciò ribadiamo: E’ arrivata l’ora“.