Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Cominciano ad essere più chiari i contorni della tragedia che si è consumata ieri all’interno della facoltà di Lettere dell’Università Federico II di Napoli. Le indagini dei Carabinieri porterebbero decisamente alla soluzione del suicidio del 25enne di Torre del Greco che ha perso la vita nell’ateneo di via Porta di Massa. La motivazione sarebbe da ricercare nel percorso universitario non portato a termine, al peso delle bugie dette alla famiglia su esami superati ma, a quanto pare, mai affrontati. Il ragazzo, quel giorno, aveva annunciato di dover discutere la tesi ma, alle 11 del mattino, avrebbe deciso di togliersi la vita lanciandosi dai piani alti nel cortile. Troppo grande il peso di un castello di carta che è crollato, il 25enne, tranquillo e di buona famiglia, come lo hanno descritto i colleghi, aveva sostenuto solo pochi esami e non è stato capace di affrontare il problema con la famiglia. Le indagini continuano, ma questa sembra l’ipotesi più accreditata.