Tempo di lettura: 2 minuti

Prima ha picchiato con la stampella il padre 89enne costretto a letto per problemi di deambulazione, poi ha tentato di strozzarlo e alla fine, non pago delle violenze inferte, ha preso una bottiglia di alcol e ha tentato di appiccare le fiamme al letto: è successo nel Napoletano, a Castellammare di Stabia, dove i carabinieri della locale compagnia hanno arrestato un 58enne pregiudicato.

Quattro anni fa, i suoi genitori lo avevano perdonato dopo un primo arresto per maltrattamenti in famiglia. L’anziana madre gli aveva permesso di tornare a casa. I carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia (Na) lo hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e tentato omicidio: ha picchiato il padre 89enne, lo ha percosso ripetutamente con la sua stessa stampella, poi ha tentato di strozzarlo ma non è riuscito nel suo intento grazie alle ultime forze della vittima che ha opposto resistenza. Il figlio 58enne allora ha cosparso dell’alcol etilico sulle coperte che coprivano suo padre, voleva dargli fuoco con un accendino.

La madre, disperata, ha implorato di smetterla e fortunatamente questo lo ha fatto vacillare. È arrivato poi l’altro figlio dell’anziana coppia che ha immediatamente chiamato i carabinieri. Quando i militari sono entrati nell’appartamento hanno constatato cosa fosse appena accaduto, la coperta era ancora intrisa di alcol e la stampella a terra. Le vittime hanno raccontato che era da un mese che si era ritornati nel baratro delle vessazioni. Il personale medico intervenuto sul posto ha visitato l’anziano che se la caverà con 7 giorni di riposo. L’arrestato è ora in carcere in attesa di giudizio.