Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Nella giornata di ieri il presidente francese Emmanuel Macron, accompagnato dal premier Conte, ha avuto modo di conoscere la celebre tradizione napoletana del “Caffè sospeso”.

Per l’occasione il premier italiano ha lasciato ben tre caffè sospesi presso la storica caffetteria Scaturchio in Piazza San Domenico Maggiore, nel centro storico napoletano.

Dopo l’incontro in caffetteria arriva così la proposta del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli: “Macron ha colto in pieno l’essenza della cultura del caffè napoletano. Chiederemo alla Francia di sostenere la candidatura della tradizione e cultura del caffè napoletano come patrimonio dell’umanità”.

Abbiamo molto apprezzato – continua Borrelli – il gesto del premier italiano e di quello francese di rendersi protagonisti di una tipica usanza napoletana legata al caffè. A Macron chiederemo di sostenere la candidatura dell’arte e cultura del caffè napoletano come patrimonio dell’umanità tutelato dall’UNESCO”.