Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Dal 9 luglio ci ritroveremo tutti di nuovo vicini vicini su treni, autobus, metropolitane, funicolari e, in sostanza, su qualsiasi mezzo di trasporto campano.

Dopo aver dato il via libera al trasporto marittimo, anche i pendolari su terra potranno tornare ad occupare tutti i posti disponibili accomodandosi l’uno accanto all’altro e abolendo così il metro di distanza obbligatorio della Fase 2.

Questo è quanto è stato stabilito dall’Ordinanza 60 (clicca QUI per il testo completo) della Regione Campania in cui si legge che: “Con la progressiva riapertura delle attività economiche, produttive e sociali, compreso il ritorno in ufficio per la maggior parte dei lavoratori pubblici e privati e al conseguente spostamento dei lavoratori pendolari, nonché alla graduale ripresa dell’attività turistica nei territori della Campania, è verosimile l’incremento della domanda di utilizzo del servizio di trasporto pubblico locale”, per cui è consentita, per tutti i mezzi, l’occupazione del 100% dei posti seduti complessivi.

Restano obbligatorie però alcune regole:

– tutti i passeggeri devono indossare la mascherina all’interno dei mezzi, indossare guanti o in alternativa igienizzarsi costantemente le mani;

– la seduta deve essere utilizzata dal passeggero esclusivamente a tal fine, senza apposizione di materiale o altre forme di invasione delle sedute laterali e frontistanti;

– garantire l’entrata e l’uscita dal mezzo separate, o attraverso percorsi dedicati o attraverso soluzioni organizzative equivalenti;

– garantire nelle stazioni, nelle fermate, nelle aree di imbarco e, in generale, in tutte le località di servizio, il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro;

– il ricambio dell’aria deve essere assicurato in modo costante, predisponendo in modo stabile l’apertura dei finestrini, qualora possibile, e di altre prese di aria naturale;

– per quanto riguarda per gli impianti di condizionamento è obbligatorio escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. In ogni caso, vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e/o attraverso l’impianto, e va garantita la pulizia dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati.

– deve essere prevista una periodica pulizia e disinfezione dei mezzi di trasporto con particolare riferimento alle superfici toccate più di frequente e ai servizi igienica. La pulizia e disinfezione andrà eseguita ad ogni fine corsa di rientro in una stazione principale;

– adottare protocolli di sicurezza, che tutelino il personale aziendale e gli utenti, per la vendita e la verifica dei titoli di viaggio a bordo dei mezzi.