Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – A Napoli si aspetta un estate da incubo per gli utenti del trasporto pubblico. Questo il risultato dei tagli sulle linee bus del capoluogo campano. 17 le linee abolite e meno corse per le linee che manterranno il servizio.

Napoli dopo il Covid deve necessariamente ripartire dal turismo, ma se questa è la cartolina siamo già messi male. Il piano di trasporti per l’estate di Anm prevede due tranche di tagli al servizio pubblico partenopeo, la prima partirà il prossimo 1 luglio e la seconda il 21. Le nuove disposizioni, con meno corse, saranno attive fino al prossimo 1 settembre.

Si prospetta così un estate rovente per turisti e pendolari napoletani. Partita già ieri con uno sciagurato guasto sulla linea 1 della metropolitana di Napoli (Clicca qui).
Ferma anche la Funicolare di Mergellina che resterà chiusa due mesi per mancanza di personale, a cui dovrebbe partire a giorni una linea autobus sostitutiva, la 621.
Alle notizie ha replicato, duramente, il consigliere comunale presidente della commissione Trasporti, Nino Simeone.
Così non si può andare avanti, bisogna garantire ai viaggiatori un servizio sostitutivo di trasporto pubblico. A Napoli ci sarà un sacco di gente che non andrà in vacanza e non avrà il trasporto pubblico” ha commentato l’assessore napoletano.