Tempo di lettura: < 1 minuto

San Gennaro Vesuviano (Na) – È stato convalidato l’arresto ai domiciliari per il 18enne che ha provocato l’incidente mortale a San Gennaro Vesuviano solo pochi giorni fa.

Il ragazzo, neopatentato da pochi mesi, è risultato negativo ai test alcolemici e tossicologici ma non ha risposto alle domande degli agenti. Il gip di Nola, Sebastiano Napoletano, dunque, ha convalidato il fermo agli arresti domiciliari per il 18enne che ha investito con la propria auto un gruppo di sei persone fermo sul marciapiede, uccidendo la 27enne Natalia Boccia.

Intanto gli inquirenti stanno verificando le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza per cercare di far luce sulla dinamica dell’incidente.

Dei feriti coinvolti nell’incidente, due persone sono state dimesse mentre restano gravi le condizioni della sorella della 27enne deceduta, Pasqualina e del marito Giacomo ricoverati negli ospedali di Sarno e Castellammare. Le condizioni della figlia della coppia sono invece stabili nonostante il parto prematuro e, attualmente, la piccola è all’ospedale Moscati di Avellino. Infine un altro ragazzo è sotto controllo all’ospedale Cardarelli di Napoli.