Tempo di lettura: 1 minuto
Napoli – Come degli oggetti: usati per spacciare e poi gettati via. E loro lo fanno perché così si assicurano uno stipendio a fine settimana. Ecco la nuova frontiera dello spaccio al centro di Napoli: i tunisini. Ieri pomeriggio gli agenti del commissariato Vicaria- Mercato, in seguito ad una attività investigativa, hanno bloccato un giovane magrebino in via Postica Maddalena,  mentre usciva di casa con della sostanza stupefacente. Durante il controllo nell’abitazione, in un vano ricavato nel muro, sono stati rinvenuti due panetti di hashish del peso complessivo di circa 170 grammi e la  somma di 810 euro.
 
L’uomo, Kanzoul Mohammed Amine, 25enne tunisino, irregolare, è stato arrestato per  detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio. E ancora i poliziotti del Commissariato Decumani e dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno fermato in Piazza del Gesù un extracomunitario che è stato trovato in possesso di due bustine di marijuana. L’uomo, inoltre, custodiva 30 grammi della stessa sostanza presso la propria abitazione di  Vico San Demetrio. Lo straniero, Jerreh Dabou, 25enne del Gambia, irregolare  con precedenti di polizia, è stato  arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.