Tempo di lettura: < 1 minuto

Si chiamava Aniello Iazzetta, 51 anni, originario della Campania, l’uomo trovato morto e molto probabilmente assassinato a botte ieri pomeriggio a Reggio Emilia, in via Stalingrado. Indagano i carabinieri, che stanno approfondendo le conoscenze delle vittima, coordinati dal pm Valentina Salvi. A dare l’allarme è stato un vicino, una persona che abitava al piano di sopra e che condivideva alcuni locali con Iazzetta.

Secondo quanto ha riferito non lo vedeva da qualche giorno, ha aperto la porta della camera da letto e lo ha trovato cadavere, con traumi al volto e alla testa. Sarà disposta
l’autopsia per stabilire come è stato ucciso e quando, visto pare fosse deceduto da ore.
Nella palazzina c’erano state in passato liti accese, con interventi delle forze dell’ordine e sembra che proprio Iazzetta ne sia stato protagonista. Al momento non sono stati emessi
provvedimenti e si stanno vagliando alcune piste.