Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Ha importunato e palpeggiato una ragazza, strappandole di mano anche il telefono cellulare e poi ha aggredito i Carabinieri intervenuti per difenderla. Un 38enne abitante al Rione Traiano di Napoli, già denunciato in passato per violenza sessuale, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ha avvicinato la giovane donna in Vico Candelora, nel centro antico di Napoli.

L’aggressione. L’uomo ha chiesto alla ragazza una cartina e, non avendola ottenuta, ha cominciato ad importunarla pesantemente ed a palpeggiarla. Quando la ragazza ha cercato di usare il cellulare, il 38enne glielo ha strappato di mano e lo ha lanciato lontano. La ragazza si è rifugiata in un bar ed ha chiesto soccorso. Così l’uomo si è allontanato verso piazza Banchi Nuovi, ma è stato bloccato poco dopo dai Carabinieri. Per sfuggire all’arresto il 38enne ha lanciato contro i militari bottiglie con il collo rotto prese da un cassonetto di rifiuti. Poi ha ingaggiato una colluttazione, prima di essere arresto, provocando a uno degli uomini dell’Arma contusioni guaribili in 15 giorni.