Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Tutti i medici iscritti all’Ordine professionale di Napoli avranno diritto alla vaccinazione. Lo hanno annunciano i vertici dell’Ordine dei medici di Napoli: “Primo in Italia, l’Ordine è riuscito ad ottenere che tutti i suoi iscritti abbiano diritto alla vaccinazione anti covid”. Riunitosi in assemblea, ieri il Consiglio Direttivo, ha definito le modalità di prenotazione per gli iscritti, dando di fatto avvio alle procedure di registrazione delle prenotazioni. Sono già 3.130 gli iscritti all’ordine dei medici di Napoli che questa mattina hanno già deciso di prenotare la vaccinazione. I nominativi vengono raccolti tramite una piattaforma dell’Ordine e saranno trasmessi alle Asl competenti che provvederanno poi a definire modalità e tempi di convocazione. Le email di richiesta per le prenotazioni sono partite già ieri sera, indirizzate ai 23mila medici e odontoiatri di Napoli e provincia. 

Un risultato molto importante, che aiuta a garantire la salute di tutti i nostri iscritti e al tempo stesso dei cittadini”, commentano alla ‘Dire’ il presidente Silvestro Scotti e il vicepresidente Bruno Zuccarelli a margine della riunione. “Siamo al fianco di tutti i colleghi – aggiungono – nella convinzione che questa sia una battaglia di civiltà imprescindibile nella quale la Campania si sta dimostrano una Regione più che virtuosa”.

Intanto, in Campania, sono 86.598 le dosi somministrate su 101.145 vaccini disponibili. Usato, quindi, l’85,6% delle dosi. La Campania si conferma anche oggi la prima regione d’Italia per rapporto tra vaccini consegnati e somministrati. Si sono vaccinati 70mila operatori sanitari, 14mila unità di personale non sanitario e 2.444 ospiti di strutture residenziali per anziani. Dosi somministrati a oltre mille persone di età compresa tra gli 80 e gli 89 anni, 558 ultranovantenni e 50 under 19. Oggi al centro vaccinale dell’Asl Napoli 1 Centro allestito alla Mostra d’Oltremare saranno complessivamente vaccinate 1.200 persone e da sabato l’azienda sanitaria locale avvierà la campagna nelle quattro RsA di sua pertinenza