Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – “Il movimento di Greta del Friday for future? Bravi, ripropongono i nostri temi”. Fiorella Zabatta, coordinatrice regionale del partito ambientalista campano, la mette così all’indomani della manifestazione dei seguaci napoletani di Greta Thunberg in piazza Dante.

“Il movimento di Greta ha il merito innegabile di sollevare tematiche importanti e di metterle sotto gli occhi di tutti. Ma sono le stesse tematiche per le quali noi ci battiamo da sempre come partito”.

Ma da quel movimento giovanile, composto da tantissimi adolescenti, non può arrivare nuova linfa per le vostre battaglie? “Dipende da ciò che si intende per linfa – risponde Zabatta Lo dico davvero senza alcuna altezzosità. Il movimento di Greta ha avuto il merito di portare all’attenzione della pubblica opinione mondiale il tema dei cambiamenti climatici. Ma questo è un nostro tema da sempre. E poi penso che qualche risultato l’abbiamo raggiunto anche dal punto di vista più concreto: basti pensare alla filiera dei prodotti alimentari. Oggi giorno, chi va a fare la spesa nel supermercato senza dare uno sguardo alla provenienza dei prodotti che acquista? Una certa coscienza si è già alimentata”.

Fatto sta che i Verdi hanno già presentato al segretario provinciale del Pd Marco Sarracino il loro programma col quale vogliono contribuire a far vincere il centrosinistra alle prossime elezioni comunali di Napoli. Con quale candidato sindaco? “Non facciamo alcun nome. Ma una caratteristica la deve avere: segnare una netta discontinuità con il decennio De Magistris”.