Tempo di lettura: 2 minuti

E’ comparso a Roma uno striscione con dedica ed auguri a Daniele De Santis, detto Gastone come segnala l’associazione Ciro Vive. Nel giorno di San Ciro spunta una frase con auguri a Daniele “Gastone” De Santis che uccise il tifoso del Napoli Ciro Esposito. Era il 3 maggio del 2014, durante l’attesa della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, “Gastone” sparò al tifoso napoletano, che dopo 50 giorni di agonia morì.

Arriva la denuncia social da parte di Borrelli e Simioli: “Uno scandalo. De Santis è un assassino. Ad Antonella Leardi va la nostra massima solidarietà.” La mamma di Ciro ad Anteprima24 dichiara: “La cosa grave è la scritta “la tua gente non dimentica le tue gesta”, è istigatori alla violenza”.

Quello striscione è scandaloso, è un insulto alla memoria di Ciro e un’offesa al dolore di Antonella Leardi, sua madre e di tutta la sua famiglia. I romani ed i tifosi romanisti dovrebbero dissociarsi da questa vergogna, De Santis è un criminale, un assassino, non deve avere il sostegno di nessuno, ma deve solo pagare per il suo gesto vigliacco. Siamo vicini alla signora Leardi che ha tutta la nostra solidarietà. Purtroppo lei non potrà fare gli auguri al proprio figlio il giorno del suo compleanno” è stato il commento del Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e lo speaker radiofonico Gianni Simioli.