Tempo di lettura: < 1 minuto

Nola (Na) – Il presepe napoletano è il protagonista di un nuovo momento di conoscenza del patrimonio storico-artistico e culturale del territorio, nato dalla consolidata collaborazione tra Museo diocesano di Nola e Associazione Meridies.

Il 28 dicembre e il 5 gennaio, nel Salone dei Medaglioni del Palazzo vescovile di Nola si svolgerà, infatti,  Bello Ninno d’amore. Il presepe napoletano del Settecento: dal sogno di Benino alla speranza di un nuovo mondo, occasionale esposizione di pastori.

La prima serata, alle 18.30, sarà dedicata al viaggio onirico del pastore Benino e all’Osteria, luogo dai significati complessi e variopinti. Il racconto sarà accompagnato dalla voce di Franco Antonio Santella e dalla musica di Claudio Romano.

Il 5 gennaio, sempre alle 18.30, si ci soffermerà, invece, sulla parte regale del presepe: la Natività e i Magi. Ad accompagnare il percorso saranno le dolci melodie eseguite da Maddalena Ambrosino, Vladimir Cocaqi e Girolamo De Luca.

Gli eventi si svolgeranno in pieno rispetto delle normative anti-Covid, pertanto è gradita la prenotazione al 3475461957.