Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Niente diritto al voto nella terza età, all’indomani della dichiarazione choc del leader del M5S, ecco che arriva la bordata ad alzo zero del presidente della Regione Campania: “Leggo con sconcerto e indignazione quanto affermato da Beppe Grillo sulla necessità di togliere agli anziani il diritto di voto. C’è da vergognarsi. E trovo la conferma che dopo dieci anni di esperienza, i dirigenti Cinque Stelle non hanno ancora imparato la cosa fondamentale, il rispetto umano”.

Il governatore Vincenzo De Luca non fa dunque mistero del proprio sconcerto: “Sono convinto – spiega il presidente della Regione – che tantissimi cittadini che hanno affidato alle Cinque Stelle le loro speranze di rinnovamento la pensino come me. Un saluto affettuoso e un ringraziamento ai tanti nonni e nonne che si preoccupano della cura dei nipoti, ai tanti anziani che hanno sulle spalle decenni di lavoro e sacrificio, a tutti quelli che, dall’esperienza di vita, hanno ricavato sapere, cultura, tolleranza, memoria, senso della storia e umanità”, conclude.