Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Con la chiusura del calendario degli appuntamenti svolti nel Parco Archeologico dei Campi Flegrei, il direttore Paolo Giulierini presenta i prossimi appuntamenti con un comunicato stampa riportato di seguito: “Si conclude questo fine settimana la prima tranche di eventi dei Campi Flegrei. Un primo cartellone nato per la Festa dei Musei che ha iperconnesso territorio, beni archeologici e le tante realtà associative e culturali presenti. Questo è soltanto un inizio. Nei prossimi giorni presenteremo nuove iniziative e manifestazioni, pensate per un Parco vivo, che apre le sue porte e ha voglia di farsi conoscere ed accogliere. Il ritorno della statua di Zeus al Castello di Baia, l’apertura del Macellum e il collegamento con il Cuma Express la domenica sono soltanto alcune delle novità”. Sabato alle 11 l’appuntamento è con Valore Cultura agli Scavi di Cuma: qui artisti ed amanti della poesia vi attendono per una performance teatrale, letteraria e musicale, alla scoperta dell’antica acropoli. Evento che si ripeterà anche domenica 17 (la prenotazione è obbligatoria 0813415154 – 3355447430).

Per chi vuole sperimentare un percorso nuovo per conoscere i monumenti del Parco archeologico dei Campi Flegrei, resta imperdibile l’archeo bici tour, organizzato in collaborazione con l’associazione “Percorsi Cumani“, alla sua seconda tappa: la partenza della pedalata è nei pressi della stazione della cumana del Fusaro, alle ore 10:00. Da lì, il giro si snoderà nel parco vanvitelliano del Fusaro per poi raggiungere le Terme romane di Baia. Qui una guida accompagnerà i visitatori alla scoperta del suggestivo ed affascinante complesso. Un’opportunità per godere di stupendi paesaggi ed emozioni, tipici del territorio flegreo (prenotazione obbligatoria – 333 7424869 – 349 5568210).

Ed infine, sempre domenica 17 giugno, vi attende un viaggio nel tempo, all’interno dei sotterranei dell’Anfiteatro Flavio a Pozzuoli: un ritorno alla Puteoli fervente metropoli dell’Impero romano. Vi aspettano Bacchide, Massimo e Lica, in abiti d’epoca, pronti a narrare le loro storie di vita. Una visita teatralizzata, realizzata a cura dell’associazione Flegreando (la prenotazione è obbligatoria [email protected] – 3496537921)