Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Con l’assessora con delega all’immigrazione Laura Marmorale, la commissione Welfare, presieduta da Maria Caniglia, ha fatto il punto oggi sui progetti del Comune nell’ambito del sistema Siproimi (Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per i minori stranieri non accompagnati). Bisognerà attendere il prossimo 2 ottobre, data in cui l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci) ha convocato a Roma la commissione Immigrazione, per avere aggiornamenti sulle nuove linee guida del Servizio Centrale del Ministero dell’Interno in materia di accoglienza integrata dei titolari di protezione internazionale e dei minori stranieri non accompagnati.

È quanto ha illustrato oggi ai commissari intervenuti l’assessora Marmorale, che ha anche evidenziato l’importanza di questo appuntamento, tenuto conto che il 31 dicembre scadranno tutti i progetti di accoglienza campani. Una preoccupazione condivisa in seno all’Anci, anche perché, per poter accedere alla proroga di sei mesi dei progetti, prevista per legge, sarà necessario conoscere i contenuti delle linee guida. Durante il dibattito è emersa la necessità di avviare un dialogo con la Prefettura per avere contezza dei dati reali sulla situazione in città. Per questo l’assessora Marmorale, insieme alla presidente Caniglia, chiederanno a breve un incontro con la responsabile per l’immigrazione della Prefettura.

Tra i consiglieri intervenuti, Vincenzo Moretto (Prima Napoli) ha evidenziato la situazione critica che si registra in alcuni Centri di accoglienza straordinaria (Cas) per migranti, come quello di Via Milano. Molte difficoltà, ha aggiunto l’assessora Marmorale, si riscontrano anche nel Cas del corso Meridionale. Per Andrea Santoro (Misto Fratelli d’Italia) è necessario non solo che l’amministrazione comunale si impegni sul buon funzionamento dei centri di accoglienza per migranti, ma che tuteli anche ciò che avviene nel contesto in cui questi centri sono dislocati, per far sì che si creino effettivamente le giuste condizioni per l’integrazione. Il prossimo 4 ottobre la Commissione tornerà a confrontarsi con l’assessora Marmorale per conoscere gli esiti della riunione dell’Anci.