Tempo di lettura: < 1 minuto

Sui taxi e sui mezzi di trasporto non di linea è “opportuno evitare che il passeggero occupi il posto disponibile vicino al conducente”. Inoltre, sui sedili posteriori, “al fine di rispettare le distanze di sicurezza, non potranno essere trasportati, distanziati il più possibile, più di due passeggeri, se non componenti dello stesso nucleo familiare”. E’ quanto prevede la nuova ordinanza del ministero della Salute e del Mims per il contenimento del Covid nei trasporti e della logistica. Il conducente ha l’obbligo di indossare una mascherina chirurgica o di livello superiore e deve avere il Green Pass.

Nei bus del trasporto pubblico locale “è prevista la possibilità per i passeggeri di utilizzare anche la porta anteriore prevedendo l’installazione di un separatore protettivo dell’area di guida e il riavvio graduale della vendita dei biglietti e delle attività di controllo a bordo, garantendo al personale la dotazione di mascherine chirurgiche o di livello superiore”. E’ quanto stabilisce l’ordinanza di ministero della Salute e Mims che aggiorna le disposizioni anticovid per i trasporti nazionali. Secondo quanto previsto dalla nuova ordinanza, “l’azienda deve inoltre svolgere l’igienizzazione e la sanificazione dei mezzi almeno una volta al giorno”.