Tempo di lettura: 1 minuto

Cagliari -Arriva in Europa il caso dell’indipendentista sardo in sciopero della fame da quasi due mesi, da quando cioè è finito in carcere a Cagliari-Uta per reati fiscali. “Se Doddore Meloni dovesse morire, parte della responsabilità sarebbe anche vostra, per un mancato intervento utile a evitarlo”, scrive l’europarlamentare della Lega Nord, Mario Borghezio, in una lettera-appello indirizzata al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al premier Paolo Gentiloni e al ministro della Giustizia Andrea Orlando. “Mi rivolgo a voi – scrive – per chiedere un intervento urgente sul caso umano di Meloni”. Il leader del movimento indipendentista Meris è stato recentemente ricoverato in ospedale a Cagliari ma è stato subito dimesso e riportato in carcere. “Non riesco a credere che lo Stato italiano possa macchiarsi della vergogna di chi, in altro Paese europeo, lasciò morire in circostanze analoghe, dopo 68 giorni, il patriota indipendentista Bobby Sands”, attacca Borghezio.