Tempo di lettura: 2 minuti

A Castellino del Biferno da oggi la spesa si può pagare in ducati. Nel piccolo borgo in provincia di Campobasso, poco più di 500 abitanti, il sindaco Enrico Fratangelo per venire incontro alle famiglie meno abbienti ha coniato una moneta comunale, il “ducato”, un tempo valuta ufficiale del Regno di Napoli e del Regno delle Due Sicilie. Ha anche annunciato di essere pronto a varare il “Borbone bond”. Il primo cittadino ha distribuito nella piccola comunità molisana le banconote plastificate: 20 e 50 ducati, con numeri progressivi raffiguranti immagini religiose con lo stemma del paese. In una c’è anche l’immagine dello stesso Fratangelo. La moneta castellinese è stata adottata con decreto pubblicato lo scorso 17 aprile e fa seguito al regolamento comunale approvato nel 2018 il cui contenuto cita il regio decreto del 1831 del re di Napoli Ferdinando II. Il valore del ducato è uguale all’euro ed è consegnato alle famiglie meno abbienti di Castellino del Biferno che le utilizzano per la spesa alimentare nei negozi. Gli esercenti riconsegnano le banconote e ottengono il denaro corrispondente. “Dopo le banconote locali – spiega il primo cittadino – sono al lavoro per mettere i Borbone bond”. Emissioni valide per finanziare attività imprenditoriali nel territorio comunale. Per completare il quadro, il capitolo di bilancio destinato a quest’operazione è titolato “Ferdinando di Borbone”.