Tempo di lettura: < 1 minuto

Roma – Niente soldi, niente droga e la reazione è di quelle spropositate. Un 35enne è stato arrestato dagli agenti della polizia del commissariato Prenestino a Roma per aver aggredito la nonna. A chiamare le forze dell’ordine la madre dell’uomo. Quando i poliziotti sono arrivati, ad aprire loro la porta è stata un’anziana signora spaventata e con il volto tumefatto, la quale ha raccontato di essere stata aggredita dal nipote, nascostisi nel frattempo sotto al letto. Durante il controllo nell’abitazione, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato un coltello nascosto sotto un cuscino. L’uomo in passato era stato già denunciato dai familiari per i continui maltrattamenti e il tribunale gli aveva imposto il divieto di avvicinamento nei confronti della nonna. Il nipote, invece, ha trasgredito all’ordine e ha picchiata l’anziana signore per avere dei soldi per comprare la droga, ma davanti al diniego l’ha afferrata per i capelli, colpita con pugni al volto e le ha gettato il minestrone bollente addosso, venendo poi arrestato per maltrattamenti in famiglia e rapina.