Tempo di lettura: < 1 minuto

Nuoro – Slitta il rientro in Sardegna della salma di Pietro Sanna, il giovane di 24 anni, di Nuoro, ucciso a coltellate dieci giorni fa nel suo appartamento di Londra. La polizia inglese ha disposto un nuovo supplemento di indagini, per capire se la versione data dalla sua ex compagna, Hasna Begun, di 25, di origini bengalese, che ha confessato il delitto subito dopo l’arresto, corrisponda a verità. Nelle prossime ore potrebbe essere disposta una nuova autopsia sul cadavere del giovane. La ragazza, che ha colpito Pietro con 32 coltellate, come accertato dall’autopsia, avrebbe detto di aver colpito Pietro per difendersi al culmine di una lite che potrebbe essere scoppiata perché lei non accettava la fine del rapporto. Una versione che, però, non convince del tutto gli uomini di
Scotland Yard che hanno definito l’omicidio “brutale”.