Tempo di lettura: 2 minuti

Firmato l’accordo con Parmalat Spa per il ritiro di latte vaccino alla stalla che mette in sicurezza le produzioni degli allevamenti in Campania nel pieno dell’emergenza coronavirus. Lo comunica Coldiretti Campania, annunciando un accordo per 180.000 litri al giorno per i prossimi dodici mesi, al prezzo di 0,43 più Iva al litro alla stalla, per un valore complessivo di oltre 28 milioni di euro. Le principali aree produttive coinvolte sono le province di Caserta, Benevento, Salerno e il Basso Molise. Il latte sarà valorizzato allo stabilimento casertano di Piana di Monte Verna.

Dopo un confronto proficuo tra il direttore acquisti nazionale di Parmalat Gabriele Orzi e il direttore di Coldiretti Campania Salvatore Loffreda, si consolida una collaborazione particolarmente importante alla luce delle forti oscillazioni dei consumi, con una concorrenza sleale straniera che mette in difficoltà il comparto zootecnico.

Siamo molto soddisfatti di questa decisione di Parmalat – dichiara Loffredache offre una risposta concreta agli allevatori, preoccupati per gli sbocchi di mercato del latte. Dai dati appena pubblicati da Ismea sappiamo che solo in Campania nell’ultimo mese si è registrato un incremento dei volumi di vendita e di spesa pari ad oltre il 30% per il latte UHT ovvero oltre 4,6 milioni di litri, mentre il latte fresco ha avuto un incremento di volume dell’1% con una crescita della spesa del 4% per oltre 1,9 milioni di litri. Numeri che confermano la potenzialità della domanda, che può essere soddisfatta dalla produzione del territorio. Pertanto lo stabilimento di Fagianeria dimostra così di avere a cuore l’economia agricola della Campania, aderendo di fatto alla campagna di Coldiretti che invita i cittadini a mangiare italiano. Il latte campano sarà commercializzato con il marchio Berna”.