Tempo di lettura: < 1 minuto

 

Ammen con due emme, come si dice a Napoli in un’espressione benaugurante che vuole essere un modo di dire “è andato tutto bene”. Un titolo scelto in tempi non sospetti che però oggi per il film di Ciro Villano attore e comico partenopeo sembra quasi un augurio per la pellicola che riapre le sale cinematografiche dopo il periodo di stop legato all’emergenza epidemiologica.

Il film, sospeso tra commedia e tragedia, si sviluppa intorno alle simpatiche vicissitudine di un prete che, alle prese con i postumi di un incidente automobilistico, perde il senno e coinvolge tutto il paese in queste sue follie. Gli equivoci esilaranti si intrecceranno a profonde riflessioni sull’ambiente e sui tanti paradisi terrestri del Sud, come l’Irpinia e il Cilento, che rischiano di diventare discariche o ricettacolo di malaffari. Per questo Villano, come ribadisce in un’intervista ad Anteprima24, definisce il film un eco comedy.