Tempo di lettura: 2 minuti

Il loro canale Youtube vanta circa 5 milioni di follower, che equivalgono soprattutto a tantissimi soldi, ma i gemelli 23enni Alan e Alex Stokes hanno deciso di strafare. L’ottobre scorso simularono una rapina in banca a Los Angeles rendendo il tutto tremendamente reale. Il colpo era finto ma nessuno se ne accorse, basti pensare che i testimoni si affrettarono a chiamare le forze di polizia facendo scattare di conseguenza il protocollo di sicurezza. 

L’intento degli Stokes, la cui popolarità negli Usa è dovuta proprio ai loro video sugli scherzi, era quello di portare a casa soldi senza sottrarli ad alcuna banca ma ottenendo un cospicuo numero di clic da tradurre in denaro e sponsorizzazioni. Il ‘colpo’ sembrava essere andato bene, ma i due nei giorni scorsi sono stati raggiunti dalle accuse di sequestro di persona e procurato allarme. Se il processo dovesse andare nel peggiore dei modi, sarebbero condannati a ben 4 anni di carcere. 

Il video, raggiunto da pesanti critiche istituzionali, è stato rimosso da Youtube: “Non sono scherzi da fare, sono crimini che avrebbero potuto portare a feriti o addirittura morti – ha dichiarato il capo distrettuale di Orange County -. Quando qualcuno chiama il 911 per segnalare rapine in banca la polizia si muove di conseguenza”. Per fortuna nulla di tragico è accaduto, ma è giusta a questo punto una lezione severa. Anche per educare le migliaia di followers che quotidianamente invadono il canale degli Stokes.