Tempo di lettura: 4 minuti

Napoli – Con 1572 voti, pari al 61,4% delle preferenze, Giuseppe Calicchio è stato eletto nuovo Presidente del Comitato Regionale Campania della Federazione Italiana Rugby. Pasquale De Dilectis, contendente alla presidenza, ha ricevuto 990 voti, pari al 38,6% delle preferenze disponibili.

Il nuovo Consiglio Regionale che supporterà il lavoro del presidente è così composto: Giovanni Melillo eletto con 1599 voti, Emilia De Angelis (1552), Roberto Manzo (1444) e Sebastiano Palomba (1368).
L’Assemblea Ordinaria Regionale Elettiva di oggi sabato 29, tenutasi questa mattina nel pieno del rispetto dei protocolli anti Covid-19 presso l’Hotel Ramada di Napoli, ha espresso così il proprio verdetto in vista del quadriennio olimpico 2021-2024.

Mi preme ringraziare tutte le società per la partecipazione ed il sostegno, ma soprattutto per la fiducia mostrata esprimendo la maggioranza delle preferenze nei miei confronti” – queste le prime parole del neo eletto Calicchio – “Da oggi parte il nuovo percorso del Comitato fatto di inclusione e condivisione. Tutte le Società, anche quelle che non hanno sposato il progetto che porteremo avanti con i consiglieri, verranno coinvolte nei gruppi di lavoro che saranno costituiti da subito su tematiche mirate. Nessuno deve sentirsi escluso dalla governance regionale né tantomeno dai progetti che andremo ad implementare per lo sviluppo del nostro rugby”.

I lavori sono stati aperti dai saluti istituzionali del Presidente uscente Fabrizio Senatore, che ha ringraziato le Società che lo hanno supportato durante i suoi due mandati, così come ha salutato con stima tutte le persone che hanno lavorato con lui negli ultimi nove anni. Senatore ha introdotto alla platea il nuovo Vice Presidente della Federazione Italiana Rugby Antonio Luisi ed il neo eletto Consigliere Federale Grazio Menga, fresco di delega nella neonata Commissione Sviluppo Sud. Con un commosso ed emozionante saluto, il Consigliere Menga ha omaggiato Senatore con il crest FIR come simbolo di gratitudine per il lavoro svolto in questi anni.
Le votazioni si sono svolte in un clima di serenità e reciproco rispetto tra i candidati, con i club che hanno presenziato nella quasi totalità, registrando un’affluenza pari al 90.7% con 19 Società partecipanti su 20 aventi diritto al voto.

In seguito alla riforma federale il nuovo consiglio sarà dunque composto nel complesso da cinque unità rispetto alle otto passate, in cui tornerà a sedere una donna a quasi dieci anni di distanza dalla prima storica consigliera Giovanna Del Gaudio. Tra gli otto candidati consiglieri non sono stati eletti nel consesso: Giuseppe Tomaciello (969 voti), Daniel Bianco (945), Rodolfo Antonelli (893) e Agostino Somma (845).

Giuseppe Calicchio, nato a Benevento nel 1975, è persona nota al movimento rugbistico campano. Consulente aziendale di professione e giornalista pubblicista iscritto all’Albo dei Giornalisti della Campania, è socio fondatore della MYB Business Development, e ad oggi Direttore Generale del Gruppo Domusbet nonché presidente del gruppo editoriale Mediagroup 360.

Recordman di presenze con la maglia dell’US Benevento registrando 351 caps in prima squadra, è cresciuto rugbisticamente nel vivaio sannita esordendo in Serie A non ancora maggiorenne. Nel 2006/07 disputa un campionato di Eccellenza con l’Amatori Catania, per poi approdare nella stagione successiva all’Aquila Rugby 1936 in veste di Direttore Marketing e Comunicazione. Con il ritorno al club del capoluogo sannita poi, ha rivestito anche diversi ruoli dirigenziali e tecnici, occupandosi di marketing, comunicazione, eventi e rapporti con le scuole così come è stato nel contempo educatore minirugby ed assistant coach della seniores.

Con i suoi 46 anni, è tra i più giovani presidenti di Comitato attualmente eletti in Italia, ed il secondo in Campania soltanto dopo Michele Manzo. Con il risultato odierno, dopo oltre vent’anni Benevento torna al governo regionale: difatti l’ultimo presidente di Comitato dell’area sannita fu proprio Manzo che restò in carica fino alla stagione 2000/2001.