Tempo di lettura: < 1 minuto

Caserta – Il Consiglio comunale di Caserta ha appena approvato all’unanimità l’unico argomento posto all’ordine del giorno da tutti i capigruppo dell’assise: il no al riavvio delle attività estrattive delle cave casertane. La deliberazione è stata immediatamente trasmessa al Consiglio Regionale della Campania che proprio in queste ore sta discutendo la possibilità di prorogare di otto-dieci anni le attività estrattive delle cave casertane. Il no categorico di Caserta a tale ipotesi conferma il parere espresso dal Consiglio Comunale della città già nel 2012 e nel 2014, con tanto di argomentazioni a sostegno dell’unica e urgente necessità, ossia quella di sospendere le attività delle cave casertane e procedere alla immediata bonifica delle stesse. La trasmissione immediata degli atti approvati questa mattina da tutti i capigruppo del consiglio comunale di Caserta vuole rappresentare al consesso regionale la volontà e la coerenza di una città che da anni argomenta, con tanto di dati tecnici alla mano, la necessità di chiudere le cave casertane e avviare la sanificazione del territorio.  

Mariamichela Formisano