Tempo di lettura: < 1 minuto

Del Piero, De Rossi, De Rosa. Ad ognuno la sua bandiera, quella della Cavese continua a sventolare. La porta con orgoglio Claudio De Rosa, attaccante classe ’81 che nemmeno il lockdown è riuscito allontanare dalla maglia blufoncè. 

Un altro anno di contratto che scadrà quattro mesi prima di spegnere le 40 candeline. Una bellissima storia d’amore che, come da prassi quando si parla di nobili sentimenti, si è preso pure delle pause con le ‘amanti’ (Savoia, Foggia, Nocerina tra le altre). 

“Re Claudio” è soprattutto è l’uomo record del calcio aquilotto, con 217 presenze e 104 gol, due dati che sembrano al momento ineguagliabili. Una firma del rinnovo con un pensiero ad Ugo Russo, molto più che un massaggiatore, scomparso un anno fa. 

Record di presenze e di gol ma non è finita qui: c’è una nuova stagione da affrontare, almeno dodici mesi prima di… firmare magari il prolungamento del contratto. Sventola la bandiera cavese più forte di prima.