Tempo di lettura: 2 minuti

I militari della Stazione di Acerno durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione di condotte in danno all’ambiente, hanno effettuato un controllo in località “Serre” del comune di Olevano sul Tusciano (Sa).

Nei pressi di un terreno incolto, l’attenzione della pattuglia è stata attirata da un forte odore di letame e dal rumore di un trattore nelle vicinanze. All’atto dell’accesso i militari hanno riscontrato che effettivamente un trattore munito di carrello sollevatore stava effettuando uno sversamento di letame in maniera incontrollata, sul suolo nudo e senza alcun tipo di copertura.

Essendo esposti alle intemperie, i cumuli costituivano un serio pericolo di infiltrazione nel suolo e nel sottosuolo. E in effetti alcuni cumuli avevano già iniziato a formare delle pozze di liquido scuro con percolato che aveva iniziato a formarsi. Inoltre nelle vicinanze erano presenti anche cumuli di letame secco, verosimilmente scaricato nei mesi precedenti.

Nel corso del controllo è risultata l’assenza di documentazione attestante la corretta gestione dei rifiuti e della loro tracciabilità.

Alla luce di quanto emerso nel corso del controllo e data l’alta pericolosità per l’ambiente dei rifiuti rinvenuti, si è provveduto a porre sotto sequestro l’area interessata per una superficie di circa 2500 mq.

Deferiti all’A.G. sia il proprietario del terreno che l’esecutore materiale della condotta illecita.