Tempo di lettura: < 1 minuto

“Il vestito”, di Maurizio Ravallese per Pathos Distribution, è candidato a “Miglior Cortometraggio” al Festival del Cinema Italiano, la nota kermesse sicula presieduta da Paolo Genovese che andrà in scena a San Vito Lo Capo dall’8 al 12 giugno con cerimonia di premiazione presentata da Veronica Maya che andrà in onda, in diretta su Rai 2, nella serata conclusiva di sabato 12.

A poco più di un anno dalla sua uscita, “Il vestito”, continua a vincere premi e ad ottenere riconoscimenti, tra le oltre cento candidature e selezioni ufficiali in festival italiani e internazionali; co-prodotto col giovane cineasta Emanuele Pisano, candidato ai David di Donatello per “L’oro di famiglia”, premiato al Giffoni Young come Miglior Corto Drammatico nonché acclamato in numerosissime occasioni, tra le più celebri del mondo cinematografico, “Il vestito” offre inoltre un’importante riflessione su una tematica fortemente attuale e scottante, legata alla discussione sul Ddl Zan:

il corto, infatti, non è che una favola nera, una storia che ben rappresenta l’acceso dibattito inerente al primo vero disegno di legge sui diritti fondamentali di un’intera categoria di persone della quale il Ddl Zan si fa portavoce, per prevenire e contrastare fenomeni di omofobia, violenza e discriminazione.