Tempo di lettura: 2 minuti

Non ci si deve preoccupare se dopo aver fatto il vaccino contro il Covid non si hanno effetti collaterali, perchè non c’è relazione fra la comparsa di questi e la risposta immunitaria. Lo afferma uno studio, ancora in preprint, del Dipartimento della Difesa statunitense. Lo studio è stato condotto su 206 dipendenti del Walter Reed National Military Medical Center di età media 41 anni, tutti vaccinati con due dosi di Pfizer, di cui sono stati verificati gli effetti collaterali dopo la somministrazione e l’andamento del valore degli anticorpi del sangue circa 40 giorni dopo la seconda dose. L’effetto più comune riportato è stato il dolore al braccio, lamentato dal 91% delle persone dopo la prima dose e dall’82% dopo la seconda. La stanchezza è stata invece denunciaga dal 42% dei soggetti dopo la prima dose e dal 62% dopo la seconda mentre i dolori muscolari dal 28% dopo una iniezione e dal 52% dopo due. I sintomi sono risultati più frequenti nelle donne, nei soggetti più giovani e in quelli con un indice di massa corporea più basso. “Non abbiamo trovato nessuna correlazione tra la severità dei sintomi e il livello di anticorpi – scrivono gli autori –. Questo dovrebbe rassicurare le persone che una mancanza di effetti collaterali non significa che il vaccino non sta funzionando come dovrebbe”.