Tempo di lettura: 2 minuti

Grandi movimenti finanziari in Campania. Secondo l’ultimo report di Invitalia, dal 2011 a oggi per la Campania sono stati finanziati 41 contratti di sviluppo per 1,3miliardi di investimento. “A questi bisogna aggiungerne – secondo le stime della Regione – altri 40 in attesa di selezione che potrebbero attivare investimenti per 1 miliardo circa.”

Da una parte alcune imprese hanno appena concluso, in tutto o in parte, i loro interventi di investimento. Nel primo caso la Unilever, che nell’area industriale di Caivano, con lo stabilimento più grande d’Europa per i gelati Algida, ha realizzato il piano di sviluppo del 2014. Invece Poema, rete di imprese sorta nell’avellinese, a Morra De Sanctis, che si occupa di microfusioni ed è controllata da Roll’s Royce, del piano varato con un contratto di sviluppo da 36 milioni un anno fa ha realizzato finora il 70% con una ricaduta positiva sulla capacità produttiva cresciuta del 20% circa. Poi ci sono i progetti futuri. A Benevento Nestlè sta creando un “hub internazionale” per la produzione della pizza, mentre la Doria sta per ammodernare tre dei quattro stabilimenti campani investendo di 24 milioni. Dice l’ad di Invitalia, Domenico Arcuri: “Auspichiamo di poter estendere ad altre aree uno strumento come l’Accordo di programma quadro siglato qualche giorno fa con la Regione Campania, un modello virtuoso di collaborazione interistituzionale”.