Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Solito appuntamento settimanale per Vincenzo De Luca. Il governatore della Campania ha parlato in diretta per fare il punto sul covid, toccando tra i tanti argomenti anche quello delle elezioni. Il Governo spinge per andare al voto a settembre, mentre cinque governatori, tra i quali lo stesso De Luca, puntano alla finestra di fine luglio. Il perchè lo spiega lo stesso presidente: “Qui il governo ha assunto posizioni irresponsabili. Premesso che la data delle elezioni la fissa la regione e non l’esecutivo nazionale, da Roma hanno escluso la possibilità di tenere le elezioni prima di settembre. Poi però abbiamo aperto tutto in Italia e mi sembra ridicolo impedire di andare a votare da qui a due mesi, ovvero l’ultima settimana di luglio. E invece il governo dice che a settembre vuole riaprire le scuole ma poi dice pure che a settembre bisogna votare: siamo al ridicolo. La verità è che le opposizioni hanno paura di andare a votare e vogliono perdere tempo. Ora propongono il 27 settembre. Vuol dire che i ballottaggi si terrebbero a metà ottobre, con l’epidemia influenzale e un possibile – speriamo di no – ritorno del Covid. La verità è che se si fissano le elezioni al 20 settembre l’inizio dell’anno scolastico si terrà soltanto ad ottobre“.