Tempo di lettura: 2 minuti

Nel corso della sua diretta settimanale il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ha posto l’accento su episodi a suo dire deprecabili che si stanno verificando con frequenza sempre maggiore. Il governatore ha parlato di un disagio relativo alle terapie intensive scagliandosi con una parte di personale sanitario, a suo dire l’1%, che mente a proposito dei posti letto in caso di necessità: “E’ capitato che il 118 abbia risposto alle chiamate dei pazienti ricevendo feedback errati dagli ospedali. E’ stato risposto, insomma, che in ospedale non c’erano posti liberi in terapia intensiva. Siccome i posti di terapia intensiva sono regolari a livello regionale, succede sistematicamente che alla cabina di regia regionale risultano posti liberi, ma nonostante questo alcuni ospedali non accettano pazienti”

Un disagio che De Luca si spiega così: “Questo, ne siamo sicuri, è dovuto a qualche buontempone che non vuole fare la notte in ospedale, visto che episodi simili succedono soprattutto il sabato sera. Visto che la situazione è simile a quella riscontrata in passato nei weekend, quando parte del personale non voleva essere scocciato, andremo fino in fondo e perseguiremo i colpevoli. Il 99% del personale sanitario sta facendo un lavoro straordinario, ma c’è un 1% che sta facendo danni. Non ci fermeremo”.