Tempo di lettura: 2 minuti

In Campania è boom di clic sul sito web Escort Advisor. Si tratta di un portale in cui i clienti delle prostitute valutano le prestazioni ricevute. Un vero sito di recensioni online del sesso, nato rigorosamente in Italia, dove gli utenti possono raccontare la loro esperienza, così come farebbero per un ristorante o un hotel.

Tra le 11 mila escort presenti sul sito, in Campania, Napoli è la città con più clienti ed escort, che con oltre 1500 professioniste del sesso si aggiudica il primato regionale. Seguono Salerno con 1141, Caserta con 362 e Benevento 167. Chiude la speciale classifica Avellino con “sole” 157 prostitute.

Non a caso i frequentatori abituali hanno ribattezzato Escort Advisor come il TripAdvisor del sesso. Persino nel logo stilizzato c’è un richiamo al famoso portale turistico. I clienti possono fornire una valutazione da 1 a 5 stelle, mentre un algoritmo interno alla piattaforma redige una classifica delle migliori inserzioniste. Ad oggi sul sito possiamo trovare oltre 50mila recensioni.

La piattaforma è “palma d’oro” in Europa per quanto concerne le recensioni delle escort. Le prestazioni sessuali non superano di media i 100 euro e il sito mostra agli utenti una mappa precisa con la posizione delle case di appuntamento. Le donne, poi, sono ordinate in base ai voti dei clienti, che giudicano in base alla bellezza, alla prestazione, alla simpatia e alla pulizia. Sul portale possiamo trovare oltre 11 mila escort che oltre alla descrizione forniscono foto e video.

Indubbiamente la formula del sito è moralmente ed eticamente discutibile ma da un punto di vista commerciale funziona. Nel 2018 il sito ha avuto quasi un milione e mezzo di visitatori mensili e, come ricordano gli ideatori, è davanti anche al blog ufficiale del Movimento 5 Stelle.

Insomma la prostituzione si sposta dalla strada al web. Il sito si sostituisce alle vetrine dove le donne mostrano le loro foto e si descrivono. I clienti analizzano i diversi profili, leggono le presentazioni e le recensioni che gli altri clienti hanno lasciato, infine scelgono.

di Giuseppe Di Martino