- Pubblicità -
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il quadro inquietante che emerge dall’inchiesta sul clan Contini e il controllo totale dell’ospedale San Giovanni Bosco da parte della camorra sono il simbolo dello sfascio della sanità targata De Luca. I magistrati hanno evidenziato l’esistenza di una struttura che in molti casi avrebbe agito con il favore di dipendenti compiacenti. È inconcepibile che dopo la maxi operazione del 2019, la Regione abbia continuato a non accorgersi di niente né abbia attivato tutte le misure necessarie per contribuire alla liberazione dal malaffare di uno dei più importanti nosocomi di Napoli. Il presidente e assessore alla Sanità della Regione Campania ha una sola strada davanti a sé: si faccia da parte”. Lo afferma Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania.