Tempo di lettura: < 1 minuto

È stata decisa la revoca degli arresti domiciliari per il dirigente del settore ambiente del Comune di Salerno, Luca Caselli, coinvolto nell’inchiesta sulle cooperative sociali e la gestione degli appalti da parte dell’amministrazione comunale di Salerno.Caselli difeso dall’avvocato Marco Salerno ha consegnato ai giudici una memoria difensiva di 80 pagine. Oggi la decisione di revocare la misura cautelare dei domiciliari e di confermare solo l’applicazione della misura interdittiva relativa alla sospensione dell’esercizio pubblico. Nell’ambito della stessa inchiesta ieri i giudici avevano disposto la revoca della custodia cautelare in carcere per Vittorio Zoccola, considerato il principale referente del sistema che ruotava attorno alle cooperative. Domani è invece attesa la decisione per l’ex assessore alle politiche sociali del Comune di Salerno Nino Savastano attualmente ai domiciliari.