Tempo di lettura: 5 minuti

Investire in Borsa è l’attività del lusso. Già, perché molti dei titoli quotati sono proprio quelli della moda. Ma essa non è l’unico settore a farla da padrone. Oltre al lusso modaiolo, esiste anche quello delle holding.

Questo approfondimento è incentrato, appunto, sulle azioni nell’ambito sia della moda che delle grandi aziende. Nell’analisi che segue, si prendono in esame le azioni di due colossi: Ferragamo ed Exor.

Prima di affermarsi con tanto successo, come nascono tali identità economico-culturali? Poiché di questo si tratta. Da astri nascenti, quali sono Ferragamo ed Exor, essi poi si ramificano divenendo veri e propri stili di vita. È comprensibile che la tematica trattata incuriosisca chiunque. Allora è il momento di saperne di più. Buona lettura!

Investire in Borsa secondo lo stile di Ferragamo

Investire in Borsa è un insieme di azioni alquanto mitizzate. Di fatto, si parla di titoli quotati e azioni che, se gestiti nel modo corretto, portano frutto. Ed ecco che scatta la febbrile corsa all’oro. Solo che a migrare oggi, non sono unicamente dei poveri lavoratori ottocenteschi, bensì masse di popoli. Quelli del consumismo.

Tutti vogliono scovare il proprio El Dorado per trarne il massimo profitto. La meta è decisa. Ma cosa significa investire in Borsa per Ferragamo? È soltanto un esempio. Cioè questo quesito abbraccia, similmente, il settore della moda in generale.

L’azienda di Salvatore Ferragamo nasce nel 1927 a Firenze. Ma bisogna attendere il 2011, affinché essa venga quotata a Piazza Affari. Così, la famiglia vi colloca il 48% dell’azienda. Mentre la percentuale rimanente non viene quotata, per scelta dei Ferragamo.

A quanto ammonta la capitalizzazione del colosso? Stando ai dati finanziari, l’ammontare è superiore ai tre miliardi di euro. Singolarmente, un’azione di Ferragamo vale 18 euro. La scalata verso il successo è assicurata.

Basti pensare che nel 2020, l’azienda ha registrato un fatturato pari a 916 milioni di euro. Tuttavia, è stata registrata anche una perdita di 72 milioni di euro. È il naturale andamento del mercato, tra rialzi e ribassi. Il futuro di Ferragamo è roseo, poiché si intravede un netto miglioramento, che recupererà le perdite. Attualmente, per questa Maison lavorano circa quattro mila persone.

Azioni e titoli di Ferragamo: l’andamento in cifre

Dal 2011 le azioni di Ferragamo vengono quotate in Borsa. Dapprima, il loro valore è pari a 10 euro. Nel 2013, i titoli quotati registrano un rialzo, la cui quota raggiunge i 20 euro. Successivamente, circa due anni più tardi, ogni azione Ferragamo viene quotata 32 euro.

Tuttavia, a motivo di una perdita del 40%, i titoli accusano il colpo. Essi, infatti, vengono quotati di meno, ossia 18 euro. L’andamento, però, migliora nuovamente. Così, nel 2017, le azioni riacquistano valore, venendo quotate ben 29 euro.

Gli effetti del Covid-19 si sono fatti sentire ovunque. Di fatto, Ferragamo registra una perdita del 50%. Stavolta, il valore delle azioni oscilla tra i 10 e gli 11 euro. Comunque, dal 2021, la Borsa dell’azienda è di nuovo in ripresa.

La Borsa di tulipani firmata Exor

Exor nasce come una holding di diritto olandese, ma essa viene gestita dalla Famiglia Agnelli. Gli investimenti in Borsa di tale holding avvengono sia in terra nostrana che all’estero. Quali investimenti gestisce la Borsa di tulipani? I seguenti:

  • Stellantis (gruppo automobilistico nato dalla fusione tra FCA e Peugeot)
  • Ferrari
  • CNH Industrial
  • Gruppo editoriale Gedi, che include, tra i giornali di spicco, La Repubblica, La Stampa e Il Secolo XIX di Genova.

Exor: titoli e quotazioni della holding

Attualmente, le azioni di Exor sono quotate sul FTSE Mib. Quanto valgono? Ogni azione vale 75 euro. Mentre, la capitalizzazione è di ben 18 miliardi di euro. L’impatto della pandemia ha fatto registrare un decremento del valore, pari a 43,34 euro.

Tuttavia, a partire dal 2020, Exor comincia il suo periodo di ripresa. Infatti, tra alti e bassi, si registra l’incremento del valore tra i 75,5 ed i 76 euro ad azione. I precedenti massimi ipotizzati, si aggiravano, invece, intorno ai 71,6 euro ad azione. Dunque, il trend rialzista ha superato le aspettative.

La Borsa di Investire Azioni contiene gli accessori per il Trading Online

Il Trading Online attrae e al contempo spaventa. Perché? Ovviamente per ragioni economiche. Basta un investimento sbagliato ed ecco che si perdono i propri risparmi. Ma la soluzione esiste ed è a portata di Borsa.

Grazie ad Investire in Azioni, non si corrono più rischi tantomeno si brancola nel buio. Qui, l’universo degli investimenti in Borsa, Forex e Criptovalute viene spiegato in modo chiaro e lineare. Tali argomenti sono davvero difficili da comprendere, poiché essi presentano mille sfaccettature.

Allora, come orientarsi? Con l’aiuto della squadra di Investire in Azioni, che scende in campo insieme alle migliori penne. Il personale esperto ha l’obiettivo di orientare il lettore (o cliente) nel Trading Online, fornendogli ogni genere di informazione sugli investimenti. In tal modo, le dinamiche del mercato non saranno più delle misteriose incognite. Buon investimento!