Tempo di lettura: 2 minuti

Nella serata di ieri, a Pagani (sa), i carabinieri della locale tenenza hanno arrestato in flagranza di reato un 53enne del posto poiché ritenuto responsabile di detenzione illecita di armi e munizioni clandestine.

L’operazione si inquadra nell’ambito delle indagini svolte dai carabinieri sull’esplosione di colpi d’arma da fuoco che, la notte precedente, aveva danneggiato la saracinesca di una sartoria industriale sita in via Farina nel medesimo comune.

I militari, nel corso di una perquisizione di iniziativa effettuata presso l’abitazione dell’uomo e all’interno di altro locale – ubicato nelle vicinanze – adibito a deposito, di proprietà di un amico ma accessibile all’odierno arrestato, hanno rinvenuto, occultati nei due luoghi, due pistole (di cui una con matricola abrasa e una modificata e resa perfettamente funzionante), numerose munizioni e bossoli di vario calibro, coltelli a serramanico e a lama fissa, diversi pugnali e una noccoliera “tirapugni”.

Il materiale è stato sottoposto a sequestro in vista di ulteriori approfondimenti relativi alla loro provenienza e ad eventuali collegamenti con altri eventi delittuosi, nonché all’esatta ricostruzione del fatto per cui si procede.

Su disposizione del PM di turno della Procura della Repubblica presso il tribunale di Nocera Inferiore, l’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di convalida.