Tempo di lettura: 2 minuti

Piana del Sele (Sa) – “Nonostante il maltempo nella Piana del Sele non ci sono stati terreni allagati”. Così, il presidente del Consorzio Destra Sele e dell’Anbi Campania, Vito Busillo, nel giorno della conta dei danni per tanti agricoltori in tutto il territorio salernitano, allagato dalle intense piogge, frane e straripamento dei fiumi. Condizioni climatiche sfavorevoli e allagamenti che stavolta però, hanno risparmiato i terreni agricoli coltivati della Piana del Sele dove la rete di scolo e le i canali del Consorzio di bonifica in destra del fiume Sele hanno evitato disastri. “Nemmeno un ettaro allagato-spiega Vito Busillo che spiega-grazie al lavoro di dirigenti e dipendenti dell’Ente si è riusciti a proteggere il territorio coltivato. Negli ultimi tempi-aggiunge-la manutenzione completata degli oltre 300 chilometri di canali e colatori del Consorzio ha funzionato. Basta tenere conto-dice Busillo- che in destra Sela ci sono ben 7mila ettari impermeabilizzati da serre che grazie alle numerose opere di manutenzione è stato possibile smaltire l’ondata d’acqua dovuta al maltempo, senza arrecare danni da allagamento. Si tratta di un fatto – conclude il presidente– che conferma ulteriormente il ruolo insostituibile della bonifica per la tutela del territorio e dell’economia agricola e che tale attività deve essere perseguita quotidianamente”. Insomma, manutenzioni a tutela del patrimonio agricolo per tutelare l’ambiente ma anche l’economia della Piana del Sele.