Tempo di lettura: 3 minuti

Salerno – Il movimento ‘+Europa con Emma Bonino’ presenta, a Salerno, i suoi candidati di punta. Innanzitutto Filomena Gallo, avvocato, segretaria nazionale dell’associazione Luca Coscioni, di Teggiano che correrà per tutta la coalizione di centro sinistra per il Senato nell’uninominale nel collegio della provincia di Salerno. “Qui bisognerebbe affrontare ancora la questione-meridionale – dice subito -. Portare +Europa in Parlamento significa avere interlocutori competenti in grado di dare risposte affrontando analiticamente ogni singola problematica”. Giuseppe Scognamiglio è candidato alla Camera capolista nel proporzionale nei collegi di Salerno e Campania 2 (Avellino-Benevento).

Napoletano di Portici è un diplomatico, manager, giornalista con esperienza notevole. Laureato in Legge, dal dicembre 2010 è stato membro del Management Board di UniCredit e Vice Presidente Esecutivo per gli Affari Istituzionali e Regolatori di Gruppo. Da gennaio 2013 è anche Presidente della società editoriale Europeye, editrice della Rivista di politica ed economia internazionale “eastwest”, distribuita in 23 Paesi in tre continenti, di cui è diventato Direttore a gennaio 2016. Prima di Unicredit (entrato 2003 uscito nel 2018), come diplomatico si è occupato di Nazioni Unite (diritti dell’uomo e pari opportunità), per poi rappresentare l’Italia in Turchia in qualità di Console ad Izmir (1992-1995), ed in Argentina come Consigliere Politico e per le Relazioni Esterne presso l’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires (1996-1999).

Ha poi ricoperto la carica e di Consigliere Diplomatico per gli Affari Internazionali dei Ministri del Commercio e dell’Industria Piero Fassino prima ed Enrico Letta poi (1999-2001) e di Capo Segreteria del Ministro degli Affari Esteri Renato Ruggiero (2001). Di recente ha ricoperto il ruolo di membro del Comitato Esecutivo ABI, del Management Board di Yapikredi e di UniCredit Bank Russia, nonché del Board dell’Organizzazione “no profit” “L’Altra Napoli” dopo aver fatto parte del Board di Save the Children Italia per 6 anni.

Dice: “Nessuno è contento dei grandi agglomerati politici che si contendono questa battaglia. La novità politica che rappresentiamo farà breccia: la soglia del 3% è alla nostra portata”. Il programma del movimento, pubblicato sul sito, prevede ampie aperture sul tema dell’accoglienza degli immigrati. Scognamiglio, sul tema, torna però… diplomatico: “L’immigrazione è un problema complesso: 250milioni di persone vivono fuori dai propri Paesi di origine e sarebbe il quinto Stato al mondo se fosse istituzionalizzato. La questione va affrontata con competenza ed intelligenza”.

Sulla soglia di sbarramento torna anche Antonio Santoro, candidato alla Camera nel plurinominale di Salerno e provincia: “L’obiettivo è raggiungere il 3% per portare in Parlamento in maggior numero di candidati possibili per abolire le promesse irrealizzabili degli altri. Abbiamo il problema del debito pubblico. Ci concentreremo su quello”. Presentazione ripresa da Radio Radicale ed anche in video.