Tempo di lettura: 1 minuto

Arriva una svolta importante nella vicenda dell’omicidio di Stefano Cucchi, a dieci anni dalla morte. I due carabinieri coinvolti sono infatti stati accusati di omicidio e condannati entrambi a dodici anni di carcere. Punito per falso il militare testimone delle torture e il maresciallo che ha coperto i depistaggi. La sorella Ilaria: “Finalmente Stefano può riposare in pace“.

Venezia prova intanto a riemergere. Dichiarato lo stato di emergenza e nominata una supercomissaria, si contano i danni ma si teme l’arrivo di un’altra ondata. Da Nord a Sud le cattive notizie non mancano. La Mittal opta per la linea dura in merito all’Ilva, l’azienda boccia i rinvii e si dice pronta a chiudere lo stabilimento a gennaio.