Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – Ok, il prezzo è giusto. Almeno per Claudio Lotito. Il presidente di Lazio e Salernitana sarà costretto a cedere una delle due squadre e la scelta è ricaduta sul club campano, fresco di promozione in serie A. La norma contro le multiproprietà vieta infatti a un presidente di essere al comando di due club che militano nel medesimo campionato. Una mossa annunciata da tempo. Quello che non era noto era il prezzo richiesto per cedere le quote del sodalizio granata. Lotito avrebbe stimato una prima valutazione che si aggirerebbe intorno ai 71 milioni di euro. A rilanciare l’indiscrezione è SportItalia, secondo cui il presidente potrebbe alla fine accontentarsi di un assegno sui 50 milioni di euro per risolvere il “problema“. Sempre secondo l’emittente televisiva, non troverebbe invece conferma un interessamento di McDonald’s per rilevare il club e guidarlo nella stagione del ritorno in serie A.