Tempo di lettura: < 1 minuto

 

L’emozione resta quella di sempre. Anche i fiori ed i fuochi d’artificio in carta da esplodere al momento dell’uscita. Gli esami di maturità post Covid lasciano immutate le sensazioni di candidati e genitori, già alla prova con il superamento dell’emergenza sanitaria ed oggi alle prese con la nuova modalità per sostenere la prova.

Solo orale, con commissione interna e presidente esterno e un accesso alla scuola sorvegliato. Personale scolastico ed in supporto anche i militari della Croce Rossa hanno, per esempio, selezionato gli ingressi davanti al liceo classico e scientifico De Santis di Torrione. Ogni candidato è stato sottoposto alla misurazione della temperatura ed è stato consentito l’ingresso solo di un membro della famiglia che poteva assistere alla prova.

Critiche tra gli studenti in attesa sulla confusione che è stata generata prima in relazione alle modalità con cui sostenere l’esame ma la maggior parte di loro è d’accordo sul fatto che, superata la difficoltà di doversi preparare a distanza senza poter avere un confronto costante e continuo con i propri docenti, questo tipo di esame è apparso più semplice del tradizionale.