- Pubblicità -
Tempo di lettura: < 1 minuto

“Devo constatare che la Lega è alla frutta. Se il loro segretario provinciale per ritagliarsi un pò di spazio si affida alle allusioni, alle cattiverie e allo spargimento preventivo di veleni significa anzitutto che sono a corto di argomenti e che l’unico modo per esistere resta per loro attaccare Sandra Mastella o Clemente Mastella. Che tristezza!”. Lo scrive in una nota la candidata di Stati Uniti d’Europa alle Europee nella circoscrizione Sud Sandra Mastella. “Quanto al merito, la faccenda non esiste. Conosco bene le norme, compresa quella richiamata dai leghisti. Tanto che è stata evitata, e così sarà fino alla fine della campagna elettorale, ogni tipo di commistione tra le attività istituzionali e la campagna elettorale. Non ho partecipato, sebbene ciò non fosse vietato, nemmeno a importanti, recenti eventi istituzionali in città. In agenda non ho mai avuto nessun incontro all’Eav, nè avrei mai potuto averli. La mia agenda è pubblica, consultabile, pubblicizzata. La Lega a Benevento ormai è ridotta alla insinuazione maligna: è tutto dire”, conclude Sandra Mastella.