Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Tar di Salerno, nella giornata di ieri, ha revocato tre degli otto daspo emessi dopo i fatti verificatisi nel pre-partita di AvellinoVerona giocata lo scorso 11 febbraio. In quella occasione, l’autovettura, che trasportava il presidente dei gialloblu Maurizio Setti e l’ex campionato del mondo e dirigente scaligero Luca Toni fu danneggiata ad un finestrino.

Probabilmente, per gli altri cinque, il tribunale amministrativo campano si pronuncerà nella stessa direzione e dovrà farlo entro l’inizio di luglio, avendo a disposizione trenta giorni per decidere. La Curva Sud può esultare, anche se per metà, grazie anche all’avvocato Giovanni Adami, massimo esperto degli ultras in tutta Italia, affiancato dai legali irpini Costantino Sabatino e Fabio Tulimiero.

Entro il mese prossimo, le indagini, termineranno la palla passerà al gip che dovrà decidere se verranno archiviate oppure di rinviare a giudizio gli otto tifosi biancoverdi. In tal caso, Toni e Setti, sarebbero chiamati ad Avellino a fornire la propria versione dei fatti.