Tempo di lettura: 4 minuti

Salerno – Il Palermo insegue il titolo di campione d’inverno e la fuga verso il ritorno in serie A. La Salernitana proverà a rompere le uova nel paniere ed a chiudere con il botto il girone d’andata. La formazione granata è chiamata a riscattare la sconfitta interna con il Foggia al termine di una partita rocambolesca. Tra infortuni e scelte tecniche, Colantuono rivedrà uomini e schemi rispetto alla sfortunata prova con i satanelli. Schiavi e Gatto non hanno recuperato e non parteciperanno alla trasferta in terra siciliana. Non ci sarà neanche Alessandro Rosina che era stato impiegato nella seconda parte di gara della sfida contro l’undici di Stroppa. Ufficialmente il giocatore è out per problemi fisici ma in realtà l’ex barese è ormai ai margini del progetto tecnico del club granata. Nelle prossime ore il dg Fabiani cercherà di raggiungere un accordo con il calciatore per la risoluzione del contratto. Nella lista dei convocati è rientrato in extremis Sprocati ma l’esterno non è al meglio della condizione e quasi certamente partirà dalla panchina. L’ex allenatore di Lazio e Udinese sarebbe orientato a schierare i granata con il 3-5-2 con il confermato Adamonis tra i pali. In tal caso Vitale scalerebbe nel ruolo di centrale difensivo al fianco di Mantovani e Bernardini. Sugli esterni dovrebbero essere impiegati Pucino e il rientrante Zito. A meno di clamorosi colpi di scena la diga di centrocampo sarà composta da Signorelli, Minala e Ricci. In avanti Colantuono concederà una nuova chance a Bocalon che al Barbera sarà affiancato da Alessandro Rossi. Alla vigilia del match il tecnico ha sottolineato che bisognerà ripartire da quanto di buono fatto in occasione del match con il Foggia. ‘Come prestazione abbiamo fatto meglio rispetto alla partita di Chiavari’. L’allenatore granata ha sottolineato che sarà fondamentale scendere in campo con la giusta determinazione. ‘Dobbiamo giocare il nostro calcio perché in caso contrario le cose si complicheranno. Mi aspetto dalla squadra una prova importante in mentalità e atteggiamento in campo. Più che la tattica sarà questo aspetto a fare la differenza’. Colantuono non ha nascosto di essere preoccupato per le defezioni. ‘Dobbiamo stringere i denti poi durante la sosta faremo le opportune valutazioni’.Il tecnico granata ha parlato anche dell’avversario: ‘Il Presidente Zamparini costruisce sempre squadre importanti e l’ha fatto anche stavolta. Il Palermo è una squadra molto forte e Tedino un allenatore che ha dimostrato di saper lavorare bene con grande professionalità e competenza e gli faccio i complimenti per questo’. In casa Palermo, Tedino è alle prese con il dubbio Nestorovsky. ‘Quello che più ci interessa – ha dichiarato in sala stampa – è fare più punti possibili. Il titolo di campione d’inverno è assolutamente relativo e anzi penso che un traguardo del genere possa pesare di più sulle spalle dei giocatori’. Alla fine l’ex allenatore del Pordenone dovrebbe schierare La Gumina dal primo minuto. Il terzetto difensivo davanti a Posavec sarà composto da Cionek, Struna e Bellusci. Rispoli e Aleesami saranno impiegati sugli esterni Gnahorè, Jajalo e Coronado a metà campo. In avanti Trajkovski affiancherà La Gumina. Il match tra Salernitana e Palermo sarà trasmesso su Sky Calcio 1 con un telecronaca di Massimo Tecca. Da rilevare che sarà possibile seguire la sfida dell’ultima giornata di andata del torneo di serie B in streaming attraverso l’applicazione Sky Go e Now Tv. La sfida tra Palermo e Salernitana sarà diretta da Minelli di Varese con calcio d’inizio fissato per le 20,30.

Giuseppe D’Alto

COSI’ IN CAMPO (Barbera ore 20.30, diretta Sky Calcio 1 e Radio Bussola 24)

PALERMO (3-5-2): Posavec; Cionek, Struna, Bellusci; Rispoli, Gnahorè, Jajalo, Coronado, Aleesami; Trajkovski, La Gumina;

SALERNITANA (3-5-2): Adamonis; Mantovani, Bernardini, Vitale; Pucino, Minala, Signorelli, Ricci; Zito, Rossi, Bocalon

ARBITRO: Minelli di Varese