Tempo di lettura: < 1 minuto

Salerno – Sei feriti, un arresto, due denunce, ingenti quantitativi di materiale esplodente sequestrato e pochi interventi dei vigili del fuoco. E’ il bilancio della notte di San Silvestro in provincia di Salerno. Tre le persone che hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. Ad aver riportato le ferite più gravi è stata una 52enne di Matierno che ha riportato traumi al volto ed in varie parti del corpo a seguito dell’esplosione di un petardo  sul davanzale del bagno che ha mandato in frantumi i vetri della finestra. Le condizioni della 52enne non destano preoccupazioni. Un’altra donna di 50 anni ha riportato un trauma all’orecchio destro; ne avrà per sette giorni. Stessa prognosi per un giovane di 25 anni. Trenta giorni di prognosi invece per due uomini trentenni che hanno dovuto far ricorso ai medici degli ospedali di Sarno  e Nocera Inferiore per traumi da scoppio alle mani. A Ravello ferite lievi causate da una bruciatura per un uomo. Per tutti la prognosi di guarigione è di pochi giorni.