Tempo di lettura: 2 minuti

Battipaglia (Sa) – “Caro premier Conte, saremmo lieti di poterti ospitare qui da noi alla Treofan di Battipaglia”. Sono i lavoratori dell’industria acquisita e poi chiusa dalla Jindal, ferma da quasi un anno ( Il prossimo 31 marzo si concluderà anche il periodo di cassa integrazione) che hanno invitato il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte in occasione della sua visita a Vallo della Lucania, in programma il prossimo venerdì, 29 Novembre la cittadina di Vallo della Lucania sarà onorata della presenza del Nostro Presidente del Consiglio Prof Giuseppe Conte, a recarsi presso lo stabilimento, così come già è avvenuto per i colleghi di Terni.

Anche i dipendenti di Battipaglia vogliono portare all’attenzione del Premier “una vertenza che non trova soluzione da 1 anno ormai!”. Ecco cosa scrivono i lavoratori: “Confidiamo, in Lei, nel dimostrarci che ogni Cittadino Italiano non è solo ed impotente contro un “sistema” che toglie lavoro, risposte e futuro!!!

La Sua presenza potrebbe essere per Noi tutti un chiaro segnale di speranza nel continuare in questa dura battaglia! Una battaglia che potrebbe essere vinta, ma solo se combattuta assiEme: Lavoratori, Sindacati e Governo!

Ha il dovere di intervenire, Presidente! Jindal Films Europe non può assolutamente continuare indisturbato nel suo folle piano, non può assolutamente continuare a speculare sulla nostra pelle…sarebbe il fallimento dell’Italia intera acconsentire alle sue logiche! Significherebbe creare un pericolosissimo precedente! E questo non possiamo permetterlo!!! C’è bisogno di una posizione forte e di grande fermezza da parte Sua, Presidente!!! Fermiamo questi prenditori…e facciamoci rispettare!!! La aspettiamo fiduciosi per parlarne e per illustrarLe tutto nei minimi dettagli”.

La lettera pubblicata anche sui social è firmata dalla RSA Treofan Italy Battipaglia.